Perché Zara si chiama Zara?

Marchi Inditex

Vi siete mai chiesti chi sia la Zara dietro il marchio Zara? Se, come noi, immaginate una sensuale ed elegante senorita spagnola – tutta pelle olivastra e capelli ondulati come Penelope Cruz e un broncio perfetto come Ines Sastre – potreste essere sorpresi di sapere che in realtà è un uomo greco grande e peloso… più o meno…

“Non credo che stessero pensando di fare la storia, solo che era un bel nome, ma a quanto pare c’era un bar che si chiamava allo stesso modo, Zorba, tipo a due isolati di distanza, e il proprietario del bar venne e disse: ‘Questo confonderà le cose avere due Zorbas’. Avevano già fatto gli stampi per le lettere dell’insegna, quindi le hanno semplicemente risistemate per vedere cosa potevano trovare. Hanno trovato Zara”.

Zara sverige

Zara ha introdotto l’uso della tecnologia RFID nei suoi negozi nel 2014. I chip RFID si trovano nelle etichette di sicurezza che vengono rimosse dai vestiti al momento dell’acquisto e possono essere riutilizzate. Il chip permette all’azienda di fare rapidamente l’inventario rilevando i segnali radio dai tag RFID. Quando un articolo viene venduto, il magazzino viene immediatamente informato in modo che l’articolo possa essere sostituito. Un articolo che non è sullo scaffale può essere facilmente trovato con il tag RFID.[39]

Nel 2019, l’amministratore delegato Persson ha detto che il marchio è in attesa di livelli di affitto globali più accettabili per continuare la sua espansione. In Europa, il marchio ha pianificato di tagliare il numero di sedi di vendita al dettaglio a partire dal 2020.[44]

  Che differenza cè tra panettone e veneziana?

I negozi Zara hanno abbigliamento maschile e femminile, nonché abbigliamento per bambini (Zara Kids). I disegni di Zara Home si trovano nei negozi europei. La maggior parte dei clienti di Zara ha un’età compresa tra i 18 e i 35 anni circa. Dopo che i prodotti vengono disegnati, impiegano dai 10 ai 15 giorni per raggiungere i negozi.[45] Tutto l’abbigliamento viene elaborato attraverso il centro di distribuzione in Spagna. I nuovi articoli sono ispezionati, ordinati, etichettati e caricati sui camion. Nella maggior parte dei casi, l’abbigliamento viene consegnato entro 48 ore. Zara produce oltre 450 milioni di articoli all’anno.[46]

Zara casa

“Non credo che stessero pensando di fare la storia, solo che era un bel nome”, ha detto [il direttore delle comunicazioni di Inditex Jesus] Echevarría. “Ma a quanto pare c’era un bar che si chiamava allo stesso modo, Zorba, a due isolati di distanza, e il proprietario del bar è venuto e ha detto: ‘Questo confonderà le cose ad avere due Zorbas’. Avevano già fatto gli stampi per le lettere dell’insegna, quindi le hanno semplicemente risistemate per vedere cosa potevano trovare. Hanno trovato Zara”.

Ho trovato alcune informazioni su oysho, in spagnolo, nel sito di Inditex (http://www.inditex.es/es/descargas?file=oysho.pdf). Ecco una traduzione *molto letterale* dei suoi punti chiave: il nome oysho è il risultato di un “esercizio creativo” e non ha un significato specifico in nessuna lingua ma può essere facilmente utilizzato in tutto il mondo. Una sola parola riassume il concetto di oysho: semplicità, versatilità e design.

  Cosa fa la Tesla?

La parola è stata scelta anche per il suo “potenziale grafico” – la sua immagine visiva può essere letta da qualsiasi angolazione [prova a guardarla sottosopra] e il nome breve, semplice e diretto del marchio comunica la stessa “pulizia ed eleganza delle forme” dei suoi punti vendita.

Inditex zara

H&M, Zara e Uniqlo sono tre rivenditori internazionali di abbigliamento con oltre 2.000 negozi ciascuno in tutto il mondo. Le aziende concorrenti si rivolgono a mercati simili ma impiegano strategie diverse nei loro modelli di business per gestire la distribuzione delle linee di prodotti.

Questi tre distributori di abbigliamento hanno approcci diversi alla proprietà dei materiali, all’approvvigionamento della produzione e al trattamento dei marchi ausiliari. Ecco uno sguardo ad ogni azienda, su cosa si concentrano, chi sono i loro clienti e come hanno sviluppato i loro marchi nel corso degli anni.

H&M, o Hennes & Mauritz, è il più vecchio dei tre. Il discount, noto per i suoi prezzi accessibili, è stato fondato in Svezia nel 1947 e, nel corso degli anni, è diventato uno dei marchi più riconoscibili nel settore della moda. H&M è quotata in borsa, sia nella sua nativa Svezia che negli Stati Uniti. È stata quotata in Svezia nel 1974.

  Dove si trova il codice destinatario Sdi?

H&M si è espanso considerevolmente negli ultimi anni. Ha 4.372 negozi aperti in tutto il mondo, ad aprile 2021, molto più negozi fisici di Zara e Uniqlo, di gran lunga. L’infiltrazione di H&M nel mercato statunitense è stata anche più prolifica di quella dei suoi concorrenti, con 559 negozi aperti. H&M ha dichiarato di volerne aprire altre migliaia nei prossimi anni. Allo stesso tempo, H&M ha dovuto chiudere alcuni negozi selezionati perché molti clienti fanno i loro acquisti online, riflettendo la più ampia transizione nel mondo del retail dalle vendite fisiche a un modello più basato sull’e-commerce.

Federico Ricci

Sono Federico Ricci, scrittore nel tempo libero, appassionato di sport e nuove tecnologie.

Esta web utiliza cookies propias para su correcto funcionamiento. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos.
Privacidad