Dove trovare ricevuta pagamento F24?

Deutsche Bank Mobile – Un video tutorial sull’app bancaria

La legge 145/2018, ovvero la legge di bilancio per il 2019, secondo quanto previsto dai commi da 692 a 699 dell’articolo 1, ha introdotto un’imposta sostitutiva per i redditi derivanti dalla vendita occasionale di tartufi*. Questa, se versata, sostituisce la ritenuta del 23% sul 78% dei compensi corrisposti prevista dall’articolo 25 quater del Dpr 600/1973.

I raccoglitori che non superano tale limite sono esonerati da tutti gli obblighi documentali e contabili, compresa la dichiarazione annuale, in quanto tale reddito non si cumula con altri redditi della persona.

L’imposta può essere pagata da chi è in possesso dell’attestato di raccolta rilasciato dalla regione o da altri enti subordinati. Sono ovviamente esclusi dal pagamento dell’imposta coloro che raccolgono esclusivamente per autoconsumo.

Come già detto, il termine ultimo per il pagamento è il 16 febbraio. Dopo tale data sarà ancora possibile pagare la tassa ma si dovrà aggiungere un ravvedimento operoso da pagare attraverso un modello F24 ordinario e i codici 8913 (ravvedimento) e 1992 (interessi di mora). In questo modo sarà possibile pagare l’imposta pagando una sanzione ridotta.

Come pagare le tasse in Italia | Tutorial Modello F24

Attraverso questi servizi siamo in grado di sviluppare tutte le pratiche della dichiarazione dei redditi, dei modelli ISEE, dei modelli rossi e di tutto ciò che rientra nell’assistenza al fisco sia italiano che estero.

  Cosa si intende per contabilizzato?

Il nostro team di esperti, costantemente aggiornato su tutto ciò che riguarda l’area fiscale, può darvi consigli e assistenza diretta per usufruire di tutte le leggi che vi permettono di ottenere detrazioni finanziarie e agevolazioni economiche.

Se vuoi ricevere una valutazione sulla tua situazione personale, contattaci o vieni in una delle nostre agenzie, possiamo darti le informazioni di cui hai bisogno e aiutarti ad elaborare i moduli fiscali in breve tempo senza bisogno di aspettare.

Da quest’anno anche colf, badanti e babysitter (e in generale tutti coloro che lavorano nel campo dell’assistenza alle persone) possono utilizzare il modello 730 come dichiarazione dei redditi, oltre all’UNICO.

Questa IMPORTANTE OPPORTUNITA’ offre al richiedente la possibilità, nel caso in cui l’esito della dichiarazione dei redditi sia a credito, di ottenere il rimborso direttamente dall’Agenzia delle Entrate sul proprio conto corrente o postale; al contrario, se l’esito della certificazione è a debito, l’intermediario ha il dovere di consegnare al lavoratore il modello F24 con l’importo da pagare.

F24 IL DIBATTITO parte 1 – Francese rapito in Camerun

Se un operatore di marketplace non riesce a trasmettere le informazioni relative alle vendite a distanza entro la scadenza, o trasmette informazioni errate o incomplete, si ritiene che tale operatore di marketplace abbia ricevuto o ceduto i beni in prima persona e sia tenuto a pagare l’imposta sul valore aggiunto (IVA) sulle cessioni per le quali non ha inviato (o ha inviato informazioni incomplete), a meno che non possa dimostrare il contrario:

  Dove trovo la ricevuta di presentazione dellunico?

Per provare che l’IVA è stata pagata dal fornitore, l’operatore del marketplace deve presentare una documentazione appropriata (come copie dei moduli di pagamento F24, ricevute di bonifici, dichiarazioni IVA) che dimostri che i commercianti hanno correttamente contabilizzato e pagato l’IVA sulle vendite effettuate attraverso il marketplace.

Al fine di dimostrare che non ha e non poteva ragionevolmente sapere che le informazioni erano incomplete o errate, l’operatore del marketplace deve implementare un sistema interno di due diligence, per raccogliere e rivedere tutte le informazioni richieste ai fini del reporting. Se l’operatore del mercato scopre attraverso la sua revisione di due diligence che alcuni dettagli erano errati o incompleti, può rettificare e completare queste voci presentando un rapporto correttivo entro la fine del mese successivo a quello in cui il rapporto iniziale era dovuto. In questa situazione, pagherà sanzioni ridotte “trascurabili”.

F24

D Domanda:  Ho bisogno di affrontare i miei obblighi fiscali IMU e TASI relativi al mio immobile italiano. Inoltre, ho dimenticato di pagare le mie tasse IMU e TASI passate e vorrei pagarle insieme a qualsiasi multa applicabile per il ritardo nel pagamento. Come posso calcolarle?

A Risposta:  Sul web ci sono alcuni calcolatori gratuiti online di IMU e TASI (vedi sotto) per determinare l’importo dovuto. Una volta che si sa quanto si deve pagare si può scaricare online il modulo standard di pagamento delle imposte F24, compilarlo e pagarlo tramite l’online banking o in qualsiasi banca italiana.

  Come mai non mi arrivano i messaggi?

Questo significa che se un immobile è posseduto da due o più persone, ognuna ha un obbligo individuale di adempiere agli obblighi fiscali IMU e TASI. In altre parole, la legge prevede che ogni proprietario effettui il proprio pagamento IMU e TASI per la rispettiva quota di proprietà.

Offriamo anche un servizio di ravvedimento operoso, nel caso di mancato pagamento di IMU e/o TASI.  Eseguiremo tutte le attività di cui sopra e scopriremo anche le multe e gli interessi applicabili.  Prepareremo un modulo di riscatto IMU e/o TASI e regoleremo il pagamento IMU e/o TASI di conseguenza

Federico Ricci

Sono Federico Ricci, scrittore nel tempo libero, appassionato di sport e nuove tecnologie.

Esta web utiliza cookies propias para su correcto funcionamiento. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos.
Privacidad